TEATRO VENETO

“BETONEGHE SE NASSE, NO SE DEVENTA”

CON L’ACCOMPAGNAMENTO MUSICALE DEI TIRATIRACHE

 

La comicità veneta di Silvana, Renata e Franca, ovvero delle betoneghe e le loro “ciacoe”  che non risparmiano mai niente e nessuno. Hanno una “parolina velenosa” per tutti.

Tre donne riservate che fatalità vengono sempre a conoscenza dei fatti degli altri. Vorrebbero tanto non “spettegolare” ma la loro natura le rende particolarmente colloquiali.

Vuoi sapere i fatti tuoi? Vieni a sentire …. Le Betoneghe.

Ma le Betoneghe amano la compagnia e infatti le troverete sul palco assieme ai Tiratirache e alla loro musica popolare veneta.

COMMEDIA

“I PROMOSSI SPOSI”

 

Liberamente tratta dal romanzo I Promessi Sposi – Adattamento e Regia di Giovanna Digito.

 

Un allestimento vivace e ritmato con dialoghi, balletti, musiche ed ambientazioni che accompagneranno lo spettatore in una kermesse di spassoso divertimento. Immutate le tematiche : Amore, Fede, Potere e Giustizia, rappresentate attraverso i personaggi originali del romanzo e interpretati con spiccata ironia da nove attori, in una importante scenografia, in cui non mancheranno effetti di illuminotecnica. Un’opera tradizionale e originale allo stesso tempo, allestito per ottenere il gradimento del pubblico.

NARRAZIONE TEATRALE

“DE AMOR E DE ALTRI STRAFANTI”

 

di e con Giovanna Digito – voce e pianoforte Cristian Ricci

 

Spettacolo che nasce dall’ incontenibile voglia di Giovanna Digito di raccontare e divertire il suo amato pubblico, questa volta con temi legati all’amore, o quello che dovrebbero riguardare i sentimenti, perché poi si sa che tra uomo e donna, marito e moglie, fidanzato e fidanzata ne succedono di tutti i colori!!

E allora ci pensa Giovanna a “mettere il dito”, in uno spettacolo che permetterà al pubblico di ridere e di riflettere!

Ad accompagnarla musicalmente il poliedrico Cristian Ricci con un repertorio musicale che sottolinea la maestria interpretativa dell’attrice.

NARRAZIONE TEATRALE

“STORIE DE CASA NOSTRA”

 

di e con Giovanna Digito – fisarmonica di Dante Borsetto

 

Un viaggio nel passato, in un mondo che in gran parte è scomparso o che flebile rimane attaccato a qualche ricordo e una raccolta di piccole storie, modi di dire e filastrocche, che creano subito curiosità e ilarità, attraverso l’uso del dialetto che esalta espressioni e modi di dire, rendendo importanti quei valori che oggi non hanno più pregio. Una ricerca letteraria accompagnata dalla riscoperta della musica della nostra terra, attraverso artisti di spicco come Giovanna Digito e il Maestro Dante Borsetto. Dai racconti di Dante Callegari e di Lisa Davanzo, per citare alcune personalità letterarie che hanno nobilitato il nostro dialetto ed hanno saputo comunicare poeticamente immagini del territorio e l’anima dei suoi abitanti.

TEATRO FAMIGLIA

“RANE, RANOCCHI, INCANTESIMI E PASTROCCHI”

 

di e con Giovanna Digito

 

Gulp! Pum! Slam! Shrrack! Uhhh……. E’ arrivata! E’ arrivata la “strefata” Rossella, un pò strega e un pò … fata,  che vi porterà in un castello…. in una palude…. tra Principesse che  si trasformano in rane e ranocchi che si trasformano in Principi.

Magie, incantesimi, colpi di scena e buffi personaggi, sono gli ingredienti di questa divertentissima storia  proveniente dal mondo della fantasia!

TEATRO FAMIGLIA

“PINOCCHIO CANTASTORIE”

 

di e con Giovanna Digito

 

Pinocchio esce dal racconto per cantare le sue gesta come i cantastorie e per narrare le sue avventure utilizza una macchina scenica di grande fascino: un carretto che produce suoni e immagini. Azionando una semplice manovella l’attore – Pinocchio, alla maniera dei vecchi cantastorie, srotola i personaggi e i luoghi del libro davanti agli occhi del pubblico. Una grande prova d’attore di Giovanna Digito, che sa intrattenere un pubblico di ogni età.

Giovanna Digito è stata premiata dalla Fondazione Collodi come miglior interprete 2003 e di recente invitata a presentare il suo spettacolo proprio a Collodi, nel parco dedicato a Pinocchio, ove ha avuto un riconoscimento all’interno delle premiazioni della Comunità Europea

TEATRO STORICO

“LETTERE DAL FRONTE”

 

di e con Giovanna Digito e il Coro Monte Peralba

 

La ricerca epistolare di Giovanna Digito spazia nella drammaticità del conflitto della Prima Guerra Mondiale,  ma mostra anche aspetti poco raccontati ed aneddoti che trovano incredibilmente spazio  per un sorriso.

Ennesima performance narrativa di Giovanna Digito, unanimemente riconosciuta come figura di primissimo piano del teatro veneto, che ci appassiona e ci commuove accompagnata da uno straordinario coro Monte Peralba, storico portavoce di quei canti che hanno segnato un’epoca tragica.